Author Archives: Elena Giannopolo

About Elena Giannopolo

E’ Founder di Consilio Network, accreditata a livello internazionale come Consulente di direzione certificato (Certified Management Consultant). Si occupa prevalentemente di Inbound Marketing, la metodologia che permette di trovare clienti attraverso il web e i nuovi strumenti del digitale. Ha ricoperto incarichi di Marketing Manager e di Brand Manager in aziende multinazionali. Si occupa di progetti di marketing strategico e di internet marketing anche come Temporary Marketing Manager all'interno delle aziende clienti. È docente in corsi aziendali e in master universitari.

La capacità di avere successo dipende anche dal riuscire a cambiare.

Tempo di lettura: 5 minuti

La trasformazione digitale è un cambiamento della cultura aziendale, non è una semplice opportunità e una sfida alla quale sono chiamate le imprese, ma è un imperativo per ogni realtà aziendale, grande, media e piccola che sia. Perché la trasformazione digitale non può più essere un’opzione.

La verità è che viviamo, subiamo e siamo inevitabilmente protagonisti dei continui e repentini mutamenti di un’epoca che viene considerata, ormai da tutti, come la quarta rivoluzione industriale.

L’interconnessione di persone, organizzazione, processi e oggetti sta infatti cambiando il modo di vivere delle persone, e di fare business, aprendo sempre più nuovi scenari. Per avere un’idea di quanto profondo sia il cambiamento, basti pensare che oltre due miliardi di persone possiedono oggi un sofisticato dispositivo mobile, che 2,5 miliardi di utenti saranno connessi tramite social network entro il 2020, e che ci saranno circa 75 miliardi di dispositivi intelligenti collegati nei prossimi cinque anni. Sono queste le basi della Digital Economy.

Trasformazione digitale: una definizione

La trasformazione digitale è quel processo che consiste nell’utilizzare le tecnologie digitali, i nuovi media e canali di comunicazione per innovare e trasformare i processi di business, incrementando così la competitività delle imprese.

Il processo di trasformazione digitale al quale stiamo assistendo sta profondamente modificando i concetti e le strategie alle quali eravamo abituati. In particolare sempre più aziende scelgono di abbracciare l’innovazione per aprire nuove frontiere, migliorare il proprio brand ed affermarsi in maniera differente.Trasformazione digitale

Nascono nuove professioni, si modificano i processi di acquisizione e fidelizzazione del cliente così come anche gli stessi prodotti e servizi sono pensati per essere acquistati direttamente online.

 

I numeri della trasformazione digitale

Oggi, sempre più spesso, e sempre di più in maniera consapevole, si parla di trasformazione digitale, innovazione in tutte le sue declinazioni e di industria 4.0. Ma ne sappiamo abbastanza? Sappiamo di che cosa si tratta?

Stando ai dati dell’ultima Ricerca del Digitale Transformation Institute e presentata in Confcommercio, il 59% delle PMI si ritiene abbastanza tecnologica, ma solo il 17,9% crede di aver raggiunto un livello molto alto di innovazione digitale. La verità è che, tra gli imprenditori, manca la consapevolezza e, ancora di più, la conoscenza dei nuovi fenomeni. Oltre poi al timore e alla paura di affrontare il cambiamento e tutte le conseguenze che questo comporta.

In un mondo che cambia velocemente, bisogna restare sempre aggiornati per non rischiare di uscire dal mercato.

Per le Piccole e Medie Imprese è spesso difficile cogliere i forti cambiamenti in atto mentre sono immersi nella loro operatività quotidiana. Diventa perciò fondamentale creare momenti di stimolo per riflettere sull’innovazione e coglierne nuovi spunti per iniziare il primo passo verso la trasformazione digitale. Così nel 2017 lanciai la prima edizione di Innova Impresa.

Innova Impresa: l’evento per innovare il tuo business!

E’ forte la necessità per le Piccole e Medie Imprese di avere spunti concreti di innovazione, subito applicabili alla propria realtà aziendale, così ho creato Innova Impresa, un evento, ma anche un luogo di apprendimento, confronto, incontro tra imprese ed esperti della materia, in cui anche il networking tra i partecipanti diventa fondamentale durante il pranzo, che chiamiamo appunto relazionale (>>>>visita il sito per approfondire il programma dell’evento che si terrà il 27 settembre a Milano2 – Segrate).

Innova Impresa 2018

La Trasformazione Digitale è un radicale cambiamento che impatta l’intera organizzazione e che può essere affrontato soltanto attraverso un solido approccio, un metodo rigoroso e adeguati strumenti applicativi, con una strategia, a breve e lungo termine, fatta di piccole tappe intermedie per raggiungere la piena digitalizzazione dell’azienda senza inciampi. Per iniziare a farlo l’azienda deve uscire dalla propria frenetica quotidianità lavorativa e trovare un momento per intraprendere il primo passo verso l’innovazione digitale.

Innova Impresa vuole essere una bussola verso il cambiamento, una giornata intensiva in cui ti accompagneremo passo per passo nella trasformazione della tua attività, non solo con sessioni formative, ma con la possibilità di chiarire dubbi e domande sulla tua realtà aziendale con i relatori durante gli incontri di matching one to one o al tavolo gli Esperti Rispondono dove potrai avere consulenza compresa nel costo del biglietto da avvocati, commercialisti e professionisti senior di esperti della materia.

Perché partecipare a Innova Impresa 2018?

È dalla comprensione di tutto questo che nasce Innova Impresa. Una sorta di bussola, di guida che permette alle imprese di orientarsi in un panorama di profondo e repentino cambiamento tecnologico, che si riflette sui modelli, i processi e il day by day di ogni azienda. Per non subire passivamente la trasformazione tecnologica e digitale, ma diventarne parte attiva, coglierne i singoli vantaggi, l’impatto sul proprio business e sulla propria vita e darsi, in questo modo, una possibilità di successo nel proprio settore di riferimento.

A rendere unico e interessante l’evento è il suo taglio praticoInnova Impresa, infatti, vuole raccontare l’innovazione attraverso Case Study di successo, strumenti pratici e strategie concrete presentate da professionisti e aziende di spessore. Interventi pratici, workshop, incontri di matching one to one con i relatori e di business matching con le aziende (volti a chiarire ogni dubbio e rispondere alle domande dei partecipanti), momenti di Business Networking, consulenza compresa nel costo del biglietto, tutto pensato e studiato per fornire nozioni e strumenti applicabili nell’immediato alla propria realtà aziendale.

Innova Impresa 2017

Il percorso della nostra giornata consentirà al partecipante anche con un business tradizionale di cogliere spunti, linee guide, strategie e strumenti per uscire da Innova Impresa con l’idea del suo business innovato. Innova Impresa sarà un acceleratore di innovazione digitale. I molteplici interventi toccheranno tutte le aree aziendali e permetteranno di iniziare anche dal giorno dopo un processo di trasformazione digitale nella propria azienda, anche partendo dal piccolo, passo per passo.

Innova Impresa è un evento interamente dedicato all’innovazione, alla trasformazione digitale e ai nuovi modi di fare impresa nell’era del 4.0. Il concept è quello di fornire alle aziende degli strumenti utili e concreti per innovare al meglio la propria attività.

All’interno della giornata difatti saranno presenti workshop, speaker di grande rilievo, case study, incontri one to one con gli esperti, business matching e tanto altro ancora.

Se hai intenzione di acquisire competenze, strumenti concreti e spunti per la tua attività, riserva subito il tuo posto ad Innova Impresa. Se rilasci la tua email per ricevere il programma completo potrai ricevere uno sconto e una sorpresa!

Partecipa ad Innova Impresa 2018. Ti aspettiamo! #innovaimpresa18

view all

I corsi Go sono dei veri e propri eventi formativi, parte di un progetto sociale di riqualificazione professionale rivolto alle famiglie che hanno già una propria attività e che vogliono farla crescere oppure che intendono crearla partendo da zero.Corsi Go Consilio

E’ un progetto a cui tengo moltissimo, essendo mamma anch’io. Lavorando da diversi anni in consulenza, ho conosciuto tante aziende con titolari mamme e papà che si trovano nella difficoltà di portare avanti un’attività senza il giusto aggiornamento professionale per conciliare lavoro e famiglia e startup di mamme e di papà che, dovendo contenere i costi, non riescono ad accedere ad una formazione professionale di alto livello per avviare con successo le loro neonate attività. Senza contare le tante mamme e i tanti papà che lavorano come dipendenti, ma sognano una loro attività e per la famiglia non si sono ancora arrischiati ad aprire il cassetto dei loro sogni. Abbiamo pensato a questi corsi evento proprio per loro.

Corsi Go Consilio Elena Giannopolo

Dalla collaborazione tra il nostro network e Family Days, Associazione di promozione sociale per le famiglie,  nascono “Family In Business” e i Corsi Go , un programma di riqualificazione professionale rivolto alle famiglie, a quelle mamme e anche a quei papà che vogliono riqualificarsi per la loro carriera lavorativa, per la loro nuova attività o per far crescere l’attività esistente: altissima formazione e consulenza a costi a portata di famiglia.

Si sta per concludere la prima edizione dei Corsi Go, un percorso formativo composto da tre eventi e già, sollecitati dalla soddisfazione dei nostri partecipanti e dai loro positivi feedback, abbiamo pensato di ripetere gli eventi per coloro che non sono riusciti a partecipare alla prima edizione scegliendo una location più centrale e facilmente raggiungibile dai mezzi di trasporto.

Corsi Go Consilio Elena Giannopolo

 PERCHE’ SONO TANTO APPREZZATI GLI EVENTI FORMATIVI GO?

  1. Perché finora non sono mai stati creati corsi di aggiornamento professionale specifici per le famiglie. Si sa che un figlio ti cambia la vita e mamma e papà sono talmente immersi nella vita familiare da dimenticarsi spesso di loro e del loro aggiornamento professionale. Sono mamma anch’io di due bambini e conosco le problematiche di gestione dei figli e della loro conciliazione con il lavoro, cosa che accade sia per le mamme che per i papà. I Corsi Go di Family in Business sono pensati proprio per i genitori che hanno bisogno di aggiornarsi professionalmente e rinnovare la propria attività, per riqualificare le loro competenze, per aggiornarsi nel mondo lavorativo oppure per creare o far crescere una attività esistente.
  2. Perché i corsi Go sono dei veri e propri eventi formativi: formazione teorica e pratica, ma anche workshop, testimonianze, relazioni e networking.
  3. Perché i corsi Go hanno costi a portata di famiglia. Essendo per noi un progetto sociale il prezzo di accesso ai nostri corsi è contenuto.
  4. Perché sono fatti in orari accessibili alle famiglie, anche che lavorano.
  5. Perché sono fatti sia per la mamma che per il papà. Abbiamo visto che entrambi hanno trovato beneficio ai nostri corsi e il contributo di donne e uomini al brainstorming, con modalità di pensiero ed interazione diverse, durante i workshop ha fatto nascere idee strutturate, opportunità di business e sinergie lavorative.
  6. Perché spesso hanno partecipato mamme e papà che portavano avanti attività familiari e ne sono usciti accresciuti entrambi sia professionalmente che personalmente.

La formula che li connota è altamente innovativa:

FORMAZIONE+WORKSHOP+NETWORKING+APERITIVO, oltre alla formazione, sono corsi di messa in pratica attraverso i workshop, ma anche di momenti di networking per la mamma e il papà, in cui il genitore può prendersi un momento per sé e per il proprio sviluppo personale

corsi go consilio 2corsi go

Ci sarà la possibilità di costruire nuove relazioni, creare sinergie professionali e perché no trovare nuovi clienti con cui approfondire la conoscenza durante il momento aperitivo.

 

All Inclusive eur 60.

Registrati subito!

Pay for Event
Inserisci la tua email:

 

LE TESTIMONIANZE DEI PARTECIPANTI

Vi raccontiamo come nasce #FamilyInBusiness! Hai già visto il nostro video di presentazione del progetto Family In Business? Lo trovi a fine pagina! Per noi è un vero e proprio progetto sociale per diffondere la cultura imprenditoriale, l’aggiornamento formativo e i nuovi strumenti del digitale alle famiglie che fanno o vogliono fare business a costi a portata di famiglia.

I corsi Go: partono le successive edizioni degli Eventi Formativi Go. 

Family In Business è un programma di riqualificazione professionale rivolto alle famigliealtissima formazione e consulenza a costi a portata di famiglia, è strutturato in una serie di incontri/seminari serali dal nome Corsi Go.

La seconda edizione dei Corsi Go si svolgerà in pieno centro di Milano, a pochi passi dalla metropolitana di Duomo e San Babila.

Corsi Go Consilio Elena Giannopolo

Per chi vuole avviare un’attività da zero consigliamo di seguire tutto il Percorso Formativo Go. Il Percorso Formativo Go è costituito da corsi che consentono di avviare una propria attività  e farla conoscere anche attraverso gli innovativi strumenti dell’online e del marketing di ultima generazione: altissima formazione a costi a portata di famiglia per, al termine del percorso, ingranare la prima e partire.

Per chi, invece, ha già una propria attività e vuole innovarla e farla crescere con gli strumenti che oggi sono a disposizione online, consigliamo di seguire sia l’evento formativo Online Go che Marketing Go.

 

Per ulteriori informazioni scrivi a info@consilioweb.com

 

LE PROSSIME DATE DEI CORSI GO DEL PERCORSO FORMATIVO DI FAMILY IN BUSINESS. 

Startup Go: Dalla tua idea imprenditoriale a un’attività di successo

1a Edizione Milano 2 24 gennaio 2018 – h.18.00 -21.00 Sold out

2a Edizione Milano MM San Babila – 19 aprile 2018 – h.18.00 -21.00  

Per prenotare la data della prossima edizione scrivi a info@consilioweb.com

 

Online Go: Come promuovere la tua attività online

1a Edizione 22.02.2018 – h.18.00-21.00 – Sold out

2a Edizione Milano MM San Babila – 17  maggio 2018 – h.18.00 -21.00  

Per prenotare la data della prossima edizione scrivi a info@consilioweb.com

 

Marketing Go: Il marketing che ti serve per acquisire clienti!

1a Edizione 22.03.2018 – h.18.00-21.00 Ancora pochi posti!

2a Edizione Milano MM San Babila – 7  giugno 2018 – h.18.00 -21.00  

Per prenotare la data della prossima edizione scrivi a info@consilioweb.com

Per ulteriori informazioni chiamaci al 338 32 75 725

 

Il video di presentazione di Family In Business e dei Corsi Go

Ecco il video in cui Elena Giannopolo, fondatrice di Consilio Network ne parla, insieme a Giada Garzone, Marina Casella e Sara Ramponi, socie di Family Days Aps.

L’obiettivo di Family In Business è quello di mettere al centro la famiglia ed essere un aiuto e un supporto al loro sviluppo professionale, e di farlo a costi accesssibili alle famiglie per consentire a tutte quelle mamme e papà che vogliono riqualificarsi per la loro carriera lavorativa, per la loro nuova attività o per far crescere l’attività esistente di realizzare il proprio sogno. 

view all

Sono la prima a parlare ai clienti di digitalizzazione dei processi e di trasformazione digitale, ma la maggior parte delle volte mi accorgo di quanto sia difficile portare nella pratica questo tema nelle imprese. La resistenza al cambiamento è sicuramente un fattore bloccante, ma in prevalenza le difficoltà sono legate all’investimento finanziario necessario per una vera digitalizzazione dei processi.

trasformazione digitale voucher digitalizzazione

Proprio per questo da quando è stato approvato il Voucher Digitalizzazione Imprese, ho cercato di diventarne promotrice per divulgare un’iniziativa che può davvero essere una leva alla crescita e alla trasformazione digitale delle Piccole e Medie Imprese Italiane. Il voucher viene erogato per le imprese per massimo 10.000 euro a fondo perduto, un importo sicuramente basso per apportare una vera trasformazione digitale nelle imprese, ma di incentivo per iniziare ad avviare un processo di digitalizzazione.

In questo post abbiamo cercato di approfondire il bando semplificandone i tecnicismi per renderne più facile la comprensione e l’accesso alle risorse finanziarie destinate alle imprese.voucher-digitalizazione

Questa iniziativa è stata promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico che, il 24 ottobre di quest’anno, ha finalmente pubblicato il regolamento del bando che stabilisce un intervento di 100 milioni di euro messo a disposizione delle imprese, a favore della digitalizzazione dei processi aziendali, finanziando il 50% delle spese sostenute per l’acquisto di hardware, software, servizi specialistici e consulenza.

trasformazione digitale bando

La digital transformation è un parola sempre più diffusa, un concetto che assume sempre maggiore rilevanza, ma i cui contorni restano tuttavia incerti, ha certamente a che fare con l’innovazione tecnologica nelle imprese. Ma si spinge ben oltre: tocca i processi produttivi e gestionali, tocca la filosofia aziendale e il tessuto umano dell’impresa. E, benché la trasformazione digitale delle PMI italiane sia ancora parziale, sono già evidenti gli impatti nell’adozione di nuovi media o di nuovi pacchetti tecnologici, ma anche nell’impatto sulle risorse umane.

La trasformazione digitale ha un impatto diretto sulla crescita delle aziende e sui loro risultati economici, a dimostrarlo uno studio, intitolatoKeeping Score: Why Digital Transformation Matters”, condotto dalla società di ricerca Coleman Parkes Research in 21 Paesi nel mondo inclusa l’Italia.

indagine globale sulla trasformazione digitale

 In base ai risultati della ricerca, le aziende italiane che si avvalgono delle più moderne tecnologie e metodologie per trasformare uno o più aspetti chiave del loro business ottengono un incremento del 33% della velocità di go-to-market e una crescita del 30% dei ricavi provenienti da nuove fonti di business. Il 68% dichiara di aver inoltre registrato un miglioramento della customer experience.

Qui sotto trovate una spiegazione del bando e delle modalità di ottenimento del voucher digitalizzazione.

LE FINALITÀ DELL’INTERVENTO:

● Miglioramento dell’efficienza aziendale
● La modernizzazione dell’organizzazione del lavoro grazie all’ausilio di
strumenti tecnologici
● Lo sviluppo di soluzioni di Digital Marketing e E-Commerce
● La formazione qualificata del personale
● Supporto alle PMI grazie alla consulenza specialistica

L’AGEVOLAZIONE:

Ogni impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

trasformazione digitale processi

Termini per la presentazione delle istanza

Importo massimo finanziabile

Dal 30/01/2018 al 09/02/2018

 € 10.000,00

COME FUNZIONA?

Come e quando presentare la domanda:

La domanda di accesso al Voucher potrà essere presentata tramite una specifica procedura online, che verrà messa a disposizione sul sito del governo.

Si potrà già accedere alla procedura informatica a partire dal 15 gennaio, ma l’invio della domanda potrà essere fatto a partire dalle ore 10:00 di martedì 30 gennaio 2018 fino alle 17:00 di venerdì 9 febbraio 2018, esclusivamente per via telematica, seguendo la procedura stabilita e descritta sul sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico (www.mise.gov.it).

Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.

Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata.

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Ai fini dell’assegnazione definitiva e dell’erogazione del Voucher, l’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l’apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando, tra l’altro, i titoli di spesa.

Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determinerà con proprio provvedimento l’importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili.

Trasformazione digitale fabbrica

CHI PUO BENEFICIARNE?

Per presentare la domanda, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

1) ESSERE UNA MICRO, PICCOLA O MEDIA IMPRESA indipendentemente dalla loro forma giuridica e dal regime contabile adottato

2) NON ESSERE imprese la cui attività sia riconducibile a settori di produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura.

3) AVERE SEDE LEGALE e/o unità locale attiva in Italia ed essere iscritte al registro delle imprese.

4) NON ESSERE SOTTOPOSTE a procedura concorsuale, fallimento, liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo ecc.

5) NON ESSERE BENEFICIARIE di altri contributi statali per l’acquisto degli stessi beni e servizi che si vuole acquistare con il Voucher.

6) NON ESSERE SOGGETTE a un ordine di recupero dichiarato dalla Commissione Europea per aiuti illegali.

Per ulteriori informazioni, potete scrivere all’indirizzo email info.voucherdigitalizzazione@mise.gov.it

Domanda per l’assegnazione del Voucher

La procedura è piuttosto complicata e per addetti ai lavori. Se vuoi fare richiesta per il voucher, ma non sai come fare, puoi contattarci a info@consilioweb.com. Abbiamo un partner specializzato nell’accesso ai finanziamenti che ti potrà aiutare a non perdere questa occasione!

A presto

Elena

view all

Trovare clienti con internet è possibile. Internet è ormai il luogo abituale per cercare tutte le informazioni che ci necessitano, trovare fornitori  e prodotti o servizi da acquistare.

Internet può diventare la vostra forza vendite.

Non perdere tempo con una presenza online che non funziona!

Perché la vostra presenza online diventi uno strumento di vendita è necessario però che il vostro sito non sia semplicemente una vetrina e e i canali sociali (social networks) ad esso associati, completamente scollegati ad esso, senza obiettivi comuni.

Se cosi fosse sarebbe come avere un negozio bellissimo, ma senza potenziali clienti che lo visitano.

Se siete pronti a far crescere la vostra attività online, trasformandola in un luogo trafficato, dove i potenziali clienti, dopo aver conosciuto i vostri prodotti e servizi online abbiano anche voglia di acquistarli, allora siete nel posto giusto.

Se volete cambiare il vostro approccio online, imparando le più avanzate tecniche per acquisire contatti in linea con la vostra attività e farli presto diventare clienti, continuate a leggere.

#1 Vuoi scoprire come trovare clienti con internet e l’online marketing? 

trovare clienti con inbound marketing

#2 Vuoi che siano i tuoi clienti a trovarti online e non tu ad andarli a cercare? 

#3 Vuoi capire come utilizzare al meglio i social networks per farti trovare?

Se a tutte o a qualcuna di queste domande hai risposto di sì, devi proprio partecipare al nostro prossimo corso!

La prossima data del nostro corso:  Giovedì e Venerdi 12 e 13 ottobre a Milano. In orari che ti permettono di non perdere la tua giornata lavorativa dalle h.17 alle h.20.

Guarda dettagli e costi del corso qui

Se sei lontano e vorresti comunque partecipare, contattaci ti diremo come fare. 

Richiedi informazioni a: info@consilioweb.com

Chiamaci al numero 02 26 92 8482

view all

Al giorno d’oggi qualsiasi imprenditore ha sempre più la necessità di fare conoscere se stesso, oltre alla propria impresa. Chi acquista un prodotto o un servizio ne vuole conoscere tutti i dettagli, vuole che a vendergli sia un’azienda specializzata e persone esperte del settore. I dipendenti di un’impresa si associano con facilità al titolare, proprio per questo più il titolare gode di una buona reputazione, sia online che offline, altrettanto ne beneficia l’azienda.

Per Personal Branding si indicano una serie di strategie e tecniche di marketing proprie del branding di prodotto che vengono applicate a livello personale. Proprio come un prodotto, anche un imprenditore ha la necessità di pubblicizzare al meglio se stesso e la propria attività.

Il fatto è che i mercati sono sempre più saturi e ad alta competitività e per emergere bisogna far leva sulle competenze, utilizzando i giusti strumenti per promuoverle e diventare credibili, esperti nel proprio campo.

Perché un Imprenditore deve fare Personal Branding?

Quello che abbiamo comunemente definito Personal Branding, altro non è che letteralmente il motivo per cui un cliente dovrebbe rivolgersi a noi rispetto che a un altro professionista di settore. Le persone, infatti, si rapportano con noi e con la nostra attività in base alle informazioni e alle notizie che trovano online. Di conseguenza, se la nostra reputazione online è negativa o comunque poco convincente, sarà molto più difficile che esse si affidino a noi.

A mio parere è necessario rispondere a 4 principali domande per creare un Personal Branding che funziona:

  • Chi sei?

  • Che cosa fai?

  • Che valore crei?

  • In che modo puoi aiutare le persone?

Che lo vogliamo o meno, abbiamo una reputazione online e per avere successo nel proprio settore è fondamentale curare ogni aspetto che la riguarda. Ciò si evince anche dalle parole di Simon Sinek esperto di marketing e strategie di branding il quale sottolinea: “Per gli amministratori delegati, un marchio personale può determinare il successo o il fallimento in quanto la loro reputazione è legata proprio ad esso. Quindi, se un amministratore delegato ha scarsa reputazione, è difficile pensare che qualcuno si affidi a lui.

Compresa l’importanza della propria reputazione personale online è bene andare ad analizzare quali sono i 6 motivi per cui un Imprenditore deve fare Personal Branding e come farlo nella corretta maniera e con le giuste strategie.

1. Personal Branding per Distinguersi dalla concorrenza

6 motivi per cui un Imprenditore deve fare Personal Branding

Il primo motivo è anche probabilmente quello più scontato ma che molti imprenditori spesso tralasciano. Grazie al Personal Branding, infatti, è possibile distinguersi dalla concorrenza permettendo ai possibili clienti di individuarci tra le tante aziende che operano nel settore.
Per comprendere meglio questo concetto è bene fare un semplice esempio: Immaginiamo di avere uno stand all’interno di un mercato molto affollato e di dover promuovere i nostri prodotti. Ecco, promuovere prima di tutto il proprio marchio personale potrebbe rivelarsi un’ottima strategia che permetterebbe di farci notare dai clienti in mezzo alle tante possibilità che quello stesso mercato offre. Si crea in poche parole una individualità che i concorrenti non possono eguagliare. Ne sono esempi grandi aziende come Disney o Apple le quali senza rispettivamente Walt e Steve Jobs con ogni probabilità oggi non sarebbero quelle che sono.

2. Personal Branding per Attirare clienti e dipendenti

6 motivi per cui un Imprenditore deve fare Personal Branding- dipendenti

Quando il Personal Branding è curato nella giusta maniera e la propria azienda, di conseguenza, è conosciuta e rinomata, è naturale che attiri inevitabilmente nuovi clienti e dipendenti qualificati,che possono in qualche modo elevare la qualità ed il valore dell’azienda stessa.
Ancora una volta un esempio lampante è Steve Jobs il quale, dopo aver creato un brand personale incredibile è stato in grado di convincere John Sculley, presidente di Pepsi, ad unirsi ad Apple nel 1983 chiedendogli semplicemente: “Vuoi passare il resto della tua vita a vendere acqua zuccherata o vuoi una possibilità di cambiare il mondo?”

3. Personal Branding per Mostrarsi come Leader del settore

6 motivi per cui un Imprenditore deve fare Personal Branding

Il termine Leader è forse uno dei più abusati del nostro periodo in quanto sono numerose le aziende ed i professionisti che si identificano come tali. Ma in effetti cosa sta a significare questa terminologia? Un Leader è una persona di grande carisma e competenze il quale riesce a dare l’esempio e a farsi seguire in maniera naturale e praticamente automatica.
Proclamarsi Leader naturalmente non rende tali in quanto solo attraverso le proprie azioni e le proprie conoscenze è possibile raggiungere un tale “status quo”.
Fare un ottimo Personal Branding, proprio per questo, può permettere di valorizzare molto la propria figura, in riferimento ad un determinato settore e non solo, in modo da essere identificato da clienti, aziende e competitor come un vero e proprio Leader.

4. Personal Branding per Mostrare i propri valori

6 motivi per cui un Imprenditore deve fare Personal Branding

Uno dei principali obiettivi del Personal Branding è anche quello di poter creare un marchio che rifletta perfettamente quelli che sono i propri valori, le proprie idee ed i propri obiettivi. Il termine “Personal”, infatti, non è per niente casuale ma sta a significare proprio la volontà di rispecchiare quella che è la persona in maniera tale da mostrare ciò a cui effettivamente essa tiene.
In più, anche in termini legati solamente al business, un marchio che abbia anche un valore emozionale ha sicuramente molte più possibilità di avere successo.

5. Personal Branding per Aiutare a superare gli errori

6 motivi per cui un Imprenditore deve fare Personal Branding

Dal momento che siamo solo esseri umani, gli errori sono sempre dietro l’angolo e nessuno, nemmeno l’imprenditore più in gamba, è esente da questa regola. Tuttavia quando si parla di gestione aziendale, gli errori possono comportare anche gravi perdite economiche che non sempre è facile affrontare.
Proprio per questo creare un Personal Branding di qualità può aiutare anche ad avere un maggior controllo sui momenti negativi e sui possibili errori in agguato, in virtù della maggiore pianificazione che comporta questo tipo di operazione.
Se creo un mio brand riconosciuto ed amato, infatti, anche in caso di errore sarà sempre più semplice tornare sui miei passi e mostrare ciò per cui le persone hanno saputo apprezzarmi in passato.

6. Personal Branding per Mettersi in gioco

6 motivi per cui un Imprenditore deve fare Personal Branding

Attuare una corretta strategia di Personal Branding può rivelarsi incredibilmente utile anche per mettersi in gioco in settori completamente nuovi che permettano di valorizzare al meglio il proprio impegno e i propri sacrifici. Un esempio ne è Richard Branson, lo ricordiamo ai tempi dei Virgin Store, che vendevano cd e cassette e la credibilità che si era creato l’ha aiutato ad aprire Virgin palestre, poi la compagnia aerea Virgin e ora ha aperto un’attività che opera nei viaggi nello spazio.

I migliori Leader sono sempre aperti a nuove sfide e a nuovi canali con i quali diffondere non solo il proprio progetto ma, allo stesso tempo, anche la propria idea di business. Il consiglio in questo senso è pertanto quello di non ignorare o snobbare i moderni canali di comunicazione tramite i quali poter diffondere il proprio brand personale, ma di mettersi all’opera per imparare nella maniera più rapida possibile migliorando in questo modo non solo la propria attività ma anche se stessi.

In conclusione, quindi, abbiamo compreso quanto un Personal Branding possa costituire un passo fondamentale per ogni imprenditore. Se volete iniziare a creare il vostro Personal Branding potete scaricare qui il modello per la creazione del vostro brand personale e un grande in bocca al lupo!

Al prossimo post!

Elena

view all

Costruire Aziende di Successo come?

Per noi è stato un tema ricorrente nel 2016 che abbiamo analizzato in tutte le sue sfaccettature, a fianco ad aziende vincenti,  in gruppi di lavoro, in modo interdisciplinare con altri consulenti e che qui riassumo 4 importanti spunti.

Nel 2016 con i colleghi di Consilio Network abbiamo tenuto interventi, seminari, conferenze e convegni sul tema: “Costruire aziende di successo”, a cui ho avuto il piacere di partecipare come relatore e  in cui abbiamo cercato di portare qualche spunto sulle motivazioni che rendono un’azienda di successo, sulla base anche della nostra esperienza di Consulenti alle imprese.

Se avete voglia di leggere qualche post dei diversi eventi li trovate sulla nostra pagina Facebook o nella raccolta #costruireaziendedisuccesso su Google+.

Ma bando alle ciance, in questo articolo vorrei illustrare 4 punti che credo saranno fondamentali anche nel 2017 per portare la vostra azienda al successo.

1# ​Cambiare il punto di vista e vedere la crisi come opportunità

​Molto spesso sento imprenditori lamentarsi per via della crisi: “Non riusciamo a vendere. C’è crisi”

In cinese il termine crisi (wēi jī) è composto da due ideogrammi: il primo significa pericolo, il secondo opportunità, partendo dall’assunto che, se cambiamo prospettiva, un momento di crisi può farci cogliere delle opportunità finora inesplorate ed è questo che bisogna fare per uscire dallo stallo in cui si trovano tante imprese, ancora ferme ad aspettare il passare della crisi.

La crisi è un fattore esterno e come tale non governabile, ma che è ormai diventato una componente sociale ed economica che sarà difficile far mutare nel breve periodo.

Durante l’evento “Costruire Aziende di Successo nel mondo che cambia” di ottobre a Milano 2 ho voluto presentare i dati Istat degli ultimi 20 anni che illustrano che la crisi non è un fenomeno estemporaneo, ma purtroppo parte della nostra economia dell’ultimo decennio e di conseguenza un fenomeno con cui fare i conti nella costruzione e nello sviluppo del proprio business.

La crisi, volenti o nolenti, sta segnando l’economia italiana da quasi 10 anni e purtroppo inizia a diventare una scusa per le aziende che non vogliono evolversi.

In un’epoca come la nostra non si può pensare di avere risultati diversi se si continuano a fare le stesse cose.

Senza la crisi non sarebbero nate aziende milionarie dal nulla come Airbnb, Uber, Bla Bla car, non sarebbe nata la sharing economy.

Airbnb ha milioni di stanze, ma non ha stanze proprie, Uber non ha taxi, Bla Bla car non ha auto, Facebook non ha contenuti propri. Nel nuovo paradigma anche la proprietà prende una valenza diversa e gli assets di valore diventano sempre meno tangibili.

Al contrario però aziende che non hanno reagito al cambiamento sono fallite pensiamo a Kodak o a Blockbuster.

2# Il cambiamento sociale, tecnologico, digitale è sempre più veloce

Le aziende che sono in difficoltà è perché non sono ancora riuscite ad accogliere questo cambiamento.

Nell’evento che abbiamo tenuto a Cento insieme al collega Stefano Vidoni promosso da Banca Centro Emilia e Confindustria Emilia ho voluto iniziare il mio intervento parlando di robotica (trovate qui il video su YouTube) per far capire alle aziende partecipanti che al centro dei cambiamenti c’è la tecnologia.

Il cambiamento tecnologico si porta dietro il nuovo paradigma del digitale: analytics, big data, cloud, Internet of Things fino all’intelligenza artificiale.

Per un’azienda che non nasca come startup basata su queste tecnologie non è facile stare dietro al cambiamento.

3# Trasformazione digitale: cambiare metodi e processi aziendali

La cosiddetta “trasformazione digitale” che chiama tutti e tutto al cambiamento (aziende, persone, infrastrutture, sistemi, applicazioni) ha bisogno di precise risposte, azioni, progetti e strumenti che rispondono in toto alle esigenze di servire una clientela che sempre di più “ragiona” e comunica in ottica digitale.

Trasformazione digitale vuol dire anche ridisegnare le relazioni con i clienti, ma anche con i fornitori attraverso la tecnologia.

Pensiamo ad esempio a quanto le recensioni su siti, i commenti sui blog e l’interazione con la nostra community attraverso i social networks ci diano la possibilità di capire meglio il pubblico a cui rivolgiamo e creare prodotti sempre più specifici per target sempre più specifici, indirizzandoci a delle buyer personas (modelli del nostro cliente ideale con problemi e bisogni ben identificati) piuttosto che a un target generalista.

4# Creare valore per costruire il successo

La parola chiave è valore, ma valore per il nostro cliente potenziale. Cosa conta davvero per lui/lei?

Valore significa riuscire a rispondere alla domanda “Come posso aiutare il mio potenziale cliente con il mio prodotto/servizio a risolvere un suo problema o a semplificare la sua vita”.

Nei prossimi anni il ritmo di introduzione delle innovazioni in qualunque campo è destinato ad accelerare.

Pensiamo ai dispositivi portatili sempre più potenti e di costo decrescente, agli strumenti analitici e ai big data che consentono di gestire masse enormi di dati da cui nascono nuovi servizi e applicazioni, al cloud che offre forme nuove e sempre più capaci di elaborazione e archiviazione.

Innovare è essenziale per portare nuovo valore al proprio cliente.

L’avvento di queste tecnologie e la loro combinazione nei modi più vari rappresenta un’evoluzione in grado di portare effetti estremamente positivi e opportunità straordinarie.

L’innovazione può essere di prodotto o di servizio, ma anche del modello di business che sta alla base dell’azienda, della sua struttura e della sua cultura. Un modello di business, cioè di creare il proprio valore di impresa che probabilmente non le consente più di essere al passo con il mercato.

Riassumendo

Ti auguro che il 2017 possa portarti grandi successi e mi auguro di averti dato qualche suggerimento che si potrà rivelare utile per il tuo business  e per costruire aziende e business di successo.

Continua a leggere se vuoi qualche altro spunto!

Come buon proposito ti consiglio di approfondire la conoscenza del tuo potenziale cliente e la conoscenza delle nuove tecnologie che ti permettano di innovare la tua azienda o il tuo prodotto o servizio creando quel valore aggiunto per cui il tuo cliente sceglierà te piuttosto che un concorrente e dimenticherà di chiederti il prezzo!

Qualche aiuto per portare il tuo business al successo:

1) Ti consiglio di scaricare il mio ebook sulle Metriche di Marketing vincenti.

Le metriche di marketing da tenere in considerazione per migliorare lo stato di salute della tua azienda e per farla crescere. Tra le metriche ti insegnerò come ridurre il costo di acquisizione del tuo cliente. Allora cosa aspetti a scaricarlo? Clicca qui

 

2) Ti consiglio qualche lettura di marketing che ho trovato molto utile:

>> “Le 22 immutabili leggi del marketing. Se le ignorate, è a vostro rischio e pericolo!” di Al Ries e Jack Trout

>> “Strategia oceano blu. Vincere senza competere” di di W. Chan Kim  (Autore), Renée Mauborgne

>> “La mucca viola. Farsi notare (e fare fortuna) in un mondo tutto marrone” di Seth Godin

 

3) Se hai voglia puoi anche partecipare ad un mio prossimo corso.

Parleremo di come farsi trovare dai clienti online: una giornata di formazione organizzata a Milano. Richiedi le prossime date a info@consilioweb.com

4) Se hai voglia puoi leggere su Pulse anche i miei articoli:

 

>> “Scopri come farti trovare online con il personal branding”

>> “7 Lezioni e 3 Strategie per un Blog di Successo”

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile. Se vuoi a questo link puoi scaricare il modello per creare il tuo personal branding e leggere quali sono le nuove regole dell’epoca digitale. Se questo articolo ti è piaciuto, fammelo sapere con un commento qui sul blog oppure attraverso il mio profilo Linkedin. Grazie!

Image Credit: Flicker @racecadet

view all

Una pillola formativa in video: Twitter da Facebook, sì avete capito bene. Ora vi spiego.

Twitter in diretta streaming da Facebook

Da quando il 7 aprile è stata attivata come nuova funzionalità di Facebook la diretta Streaming non si parla di altro. L’hanno provata tutti i giornali online, a partire da “Repubblica”, facendo videoriprese dentro le loro testate e inserendosi nella notizia appena arrivava, l’hanno provata i politici (anche Renzi), i vip e gli influencer e tra i trend setter ho voluto umilmente inserirmi anch’io regalandovi una formazione gratuita di un’ora su Twitter.

Twitter per il business

Vi avevo già parlato più volte di Twitter per il business, sia in questo blog –Twitter base e Twitter dei Top Brand che su blog partner, ma si sa che i video si guardano sempre con più piacere e sono più fruibili (perfino i super impegnati possono guardarlo sbocconcellando un panino in pausa pranzo).

In questo video troverete un’ora di chiacchierata sul perchè le aziende dovrebbero essere su Twitter. Live, con gli amici di Coworld, il coworking di Milano2,vi racconto un po’ del social network cinguettante, rispondendo in contemporanea alle domande del pubblico collegato.

I numeri di Twitter sono impressionanti: 230 milioni di utenti attivi e 500 milioni di Tweet al giorno, ma quel che è più importante è che su Twitter si gioca la sfida della credibilità delle aziende. Se siete in grado di parlare del vostro business e del vostro settore in modo rilevante con aggiornamenti brevi e continuativi, allora Twitter fa al caso vostro. 

Abbiamo avuto veramente tanti utenti connessi ed è già in programma una prossima pillola formativa, sempre gratuita.

Vi aspetto con la prossima pillola. Le nostre pillole non fanno male, anzi fanno molto bene alla crescita della vostra azienda!

Elena

 

image credits: Colleen Simon

view all