Author Archives: Redazione Consilio

About Redazione Consilio

Ogni Azienda ha le sue esigenze, per questo Vi ascoltiamo e studiamo una proposta su misura per far crescere il Vostro business e risolvere le Vostre situazioni di criticità.

Si chiama Sindrome da stress da rientro ed è quel disturbo di adattamento su base biologica che si manifesta quando si passa da un periodo di riposo a uno impegnativo, come tipicamente avviene al rientro dalle ferie.

In altre parole, tornare alla quotidianità può essere molto stressante e provocare un eccesso di ansia e fatica. Questi i sintomi principali: a livello fisico si possono verificare stanchezza, svogliatezza, difficoltà a svegliarsi al mattino o altri disturbi del sonno, mal di testa, raffreddore, problemi digestivi o intestinali, tensioni muscolari; a livello psicologico subentrano spesso sentimenti di tristezza e smarrimento, nostalgia per le vacanze appena terminate, sensazione di oppressione, ansia, irritabilità e nervosismo; a livello cognitivo si può assistere ad un calo dell’attenzione, demotivazione e perdita di interesse.

I trucchi contro la sindrome da stress.

Secondo le ultime statistiche ne soffre circa il 35% della popolazione, con maggior incidenza tra i 25 e i 45 anni e tra chi pratica una professione intellettuale. Il rischio è quello di bruciare subito i benefici della vacanza, con ripercussioni negative sullo stato generale di salute. Alcuni semplici trucchi possono però aiutarci ad attutire questa difficoltà di riadattamento alla nostra quotidianità, così da affrontare con più serenità, motivazione ed energia il carico di responsabilità, impegni e scadenze:

1) se possibile rientrare dalle vacanze qualche giorno prima dell’inizio del lavoro, così da riabituarsi alle temperature ed ai ritmi cittadini;

2) dormire le necessarie ore di sonno, 7 in media, mantenendo ritmi di vita regolari;

3) riprendere a lavorare gradualmente, stabilendo priorità corrette;

4) continuare a svolgere attività all‘aria aperta (come passeggiate, giri in bici, nuotate in piscina), perché il movimento fisico produce endorfine e la luce solare migliora il tono dell‘umore;

5) seguire un’alimentazione leggera e ricca di frutta e verdura per stimolare le difese immunitarie dell’organismo, sostenendone il corretto funzionamento. 

Buona ripresa lavorativa!

view all

Far crescere il business  è una delle principali preoccupazioni di un imprenditore, ma anche  di startupper  che hanno appena fatto impresa o che sognano di farla.

Basterebbe anche la conoscenza di un finanziamento in più, di una legge in più o di un’impostazione strategica del business, non considerata dall’imprenditore per far decollare o far crescere il business.

A volte basta uscire dalla propria routine e guardare out of the box per avere l’idea giusta e ripartire a tutto gas.

Proprio per questo abbiamo deciso di unire l’utile al dilettevole con un incontro aperitivo business: un modo per far trovare assieme consulenti e imprenditori e scambiarsi idee e spunti.

Per un imprenditore sono sempre tanti gli impegni e spesso non riesce nemmeno ad avere il tempo per uscire e andare a prendere un aperitivo in un locale,  facendo quattro chiacchiere.

A Milano sarà il nostro primo Happy Consilio, un aperitivo business, ma felice, dove anche il consulente diventa easy e senza troppe sovrastrutture. Sappiamo bene che i consulenti sono spesso imbrigliati da un’apparenza seriosa e professionale  che anche la tipologia di lavoro li porta a tenere.

Il primo Happy Consilio si terrà giovedì 20/7 a Milano alle h.18 al Twain di Via Teodosio 37 di Milano. La serata è gratuita e in un clima conviviale imprese e startupper si confronteranno con consulenti e potranno anche chiedere consigli e pareri. Sarà un momento di conoscenza e piacevole networking.

L’evento è gratuito. A carico del partecipante la sola consumazione.

Cosa aspettate ad iscrivervi, basta poco per far crescere il vostro business.

Potete mandare una email a info@consilioweb.com o mettere un partecipa sull’evento Facebook. 

 

view all

­Consulenza gratuita Consilio Network

Consulenza pro bono con 6 esperti, questo succederà a luglio a Milano2 presso la sede di Consilio Network.

Su iniziativa di Elena Giannopolo, fondatrice di Consilio Network, professionisti Senior con lunga esperienza di consulenza  d’impresa si sono prestati per una consulenza pro bono in favore di startup, professionisti, ma anche aziende già collaudate per far toccare con mano l’utilità della consulenza d’impresa in un periodo più libero dai frenetici impegni.

I 6 esperti ricoprono expertise nelle diverse funzioni aziendali e assieme completano tutte le necessità aziendali (marketing, innovazione, digitale, social media, legale,  fiscale e tributario).

Dice il detto chi dorme non piglia pesci e questo luglio sarà meno challenging per chi parte, che infatti non potrà approfittare di questa opportunità.

Non tutti i mali vengono per nuocere allora per chi non va in vacanza a luglio. Un po’ di mare in meno, ma la possibilità di avere il parere di consulenti d’impresa per far crescere il proprio business senza costi aggiuntivi.

Quest’ora di consulenza gratuita non sarà fruibile tutti i giorni, ma solo i Lunedì e i Giovedì di Luglio, a partire dalla seconda settimana di luglio, dalle h.14 alle h.17 .

Consulenza gratuita Consilio Network

Sarà possibile effettuare l’ora di consulenza gratuita in presenza o via skype.

Online via skype il lunedì e in presenza il giovedì.

Naturalmente le ore non sono tante e i posti fanno in fretta a terminare.

Vi consigliamo quindi di fare domanda subito a info@consilioweb.com.

Qui di seguito i profili dei 6 esperti di Consilio Network che parteciperanno all’iniziativa.

Puoi cliccare sul nome per guardare i profili  completi su Linkedin dei Professionisti Senior che parteciperanno a questa iniziativa  di Consulenza pro bono:

Giuseppe Cavazzana– specializzato in Controllo di Gestione 

Michele Coletti– specializzato in Innovazione di Impresa e dei Distretti

Elena Giannopolo– specializzata in Marketing e Digitale

Roberto Marmo – Professore specializzato in reti sociali e social media

Marco Parnaso – Commercialista tributario

Valentina Tripaldi – Avvocato d’Impresa

Consilio Network

 

Un grazie speciale ai professionisti senior che hanno aderito a questa iniziativa targata Consilio Network che ha voluto dare un’attenzione particolare a chi ha sempre avuto la volontà di richiedere una consulenza, ma per fattori economici, non ha mai provato a farne richiesta.

Una iniziativa di consulenza pro bono di cui siamo particolarmente orgogliosi e che ci auguriamo  possa avere successo in modo da poter essere ripetuta.

I posti sono limitati. Iscrizioni a info@consilioweb.com.

 

view all

Migliora la condizione finanziaria delle famiglie italiane nel secondo trimestre.

Crescono reddito e potere d’acquisto delle famiglie italiane. Nel secondo trimestre dell’anno il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato del 2,8%, rispetto allo stesso periodo del 2015, mentre il deflatore implicito dei consumi delle famiglie ha subito una flessione dello 0,1%, determinando una crescita del potere di acquisto del 2,9%. Lo ha comunicato l’Istat.

 

Aumenta la propensione al risparmio delle famiglie

La propensione al risparmio delle famiglie consumatrici (definita dal rapporto tra risparmio lordo e reddito lordo disponibile) nel secondo trimestre 2016 è stata pari al 9,6%, con un aumento di 0,9 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 1,4 punti percentuali nei confronti dello stesso periodo del 2015. L’aumento congiunturale della propensione al risparmio rispetto al trimestre precedente deriva da una crescita del reddito disponibile delle famiglie consumatrici significativamente più sostenuta rispetto a quella dei consumi finali (1,3% e 0,2% rispettivamente). A fronte di tale dinamica del reddito disponibile, con un incremento congiunturale del deflatore implicito dei consumi delle famiglie dello 0,1%, il potere d’acquisto è aumentato dell’1,1%.

Il tasso di investimento delle famiglie consumatrici (definito come rapporto tra investimenti fissi lordi delle famiglie consumatrici, che comprendono esclusivamente gli acquisti di abitazioni, e reddito disponibile lordo) nel secondo trimestre 2016 è stato pari al 5,9%, invariato rispetto al trimestre precedente e in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al corrispondente trimestre del 2015.

Riduzione della pressione fiscale

Per quello che riguarda i conti pubblici, il rapporto tra il deficit e il Pil nel secondo trimestre 2016 è stato pari allo 0,2%, “in miglioramento” di 0,7 punti percentuali su base annua.E’ il livello più basso dal secondo trimestre 2007. Guardando al dato cumulato, relativo al primo semestre dell’anno, l’indebitamento netto si è attestato al 2,3% del Pil, anche in questo caso in calo a confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente (era al 3,0%). La pressione fiscale e’ stata pari al 42,3%, segnando una riduzione di 0,4 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

(Fonte: Istat)

view all

L’sms marketing appartiene alla grande famiglia del mobile marketing.

Il mobile marketing è un insieme di pratiche e tecniche che permettono di comunicare con i propri clienti e creare nuovi contatti con un pubblico potenzialmente interessato alla nostra attività, utilizzando device mobili, come smartphone, ipod, ipad, ecc.

 Il 97% degli Italiani ha un cellularesms marketing 2

I dispositivi  mobili sono i più diffusi in assoluto tra la popolazione. Si calcola, infatti, che il 97% degli italiani ne possieda uno, per un totale di circa 50 milioni di dispositivi.

Il cellulare ( o lo smartphone ) è il mezzo più personale che c’è : il 90% degli utenti non se ne separa mai e il 70% lo considera indispensabile per la propria esistenza.

Inoltre, è ormai provato che la maggioranza degli accessi a internet avviene tramite dispositivo mobile.

Proprio per questo motivo, una campagna di sms marketing può funzionare meglio di molte altre: il messaggio arriva ai potenziali clienti proprio dove trascorrono la maggior parte del tempo, rendendoli praticamente sempre raggiungibili.

 

L’sms è una forma di comunicazione veloce e diffusa

Sms Marketing

L’Sms rappresenta la forma di comunicazione più rapida e col più alto tasso di risposta del mobile marketing. Anche se non siamo connessi e ci troviamo in riunione, in viaggio oppure fuori a pranzo con amici o colleghi l’sms viene sempre visualizzato in tempo reale sul nostro cellulare.

E’ una forma veloce di comunicazione, diretta, che ci raggiunge sempre e comunque, l’importante è che l’approccio non sia invasivo, dal momento che la riceviamo su un dispositivo su cui intendiamo tutelare la nostra riservatezza. Altro regola sine qua non, non possiamo fare una campagna di sms marketing è quella di non aver ricevuto l’autorizzazione all’utilizzo di comunicazioni via cellulare da parte del proprietario.

E’ strettamente necessario rispettare la privacy perché non solo la legge lo impone, ma anche il nostro potenziale cliente non vuole essere raggiunto da comunicazioni non autorizzate e poco o per niente in linea con i suoi interessi e le sue necessità.

 

Ecco alcuni suggerimenti per impostare una campagna sms:

 

1# Avere un atteggiamento “friendly” : personalizzate i messaggi facendo sentire al destinatario che quel messaggio è diretto proprio a lui.

2# Siate riconoscibili: messaggi anonimi o da sconosciuti non sono graditi da nessuno. Evitatelo.

3# Catturate l’attenzione: un modo potrebbe essere quello di scrivere in maiuscolo le prime parole del testo.

4# Siate concisi: a volte può non essere semplice, ma è richiesto dallo strumento che state utilzzando.

5# Invitate all’azione:  non dimenticate mai di inserire anche una call-to-action che inviti a visitare un sito o a richiedere info, ad esempio. E’importante definire quale tipo di azione volete indicare e tenete presente che, più semplice sarà l’azione, più possibilità ci sono che venga svolta. Create anche un senso di urgenza, ad esempio indicando una scadenza temporale.

6# Tempismo: decidere “quando” o “in quale fascia oraria” inviare le comunicazioni è un altro aspetto fondamentale e dipende dal tipo di obiettivo da raggiungere. Va valutato il periodo in cui ci si trova, le abitudini dei consumatori da raggiungere, la tipologia di campagna, ecc.

Riepilogando, l’sms marketing risulta interessante non solo perché consente di raggiungere facilmente il cliente ( anche potenziale ), ma anche perché è un modo per il brand di essere presente e identificato, di offrire qualcosa in più alla sua clientela ( non solo in termini di sconti e promozioni, ma anche di assistenza e interazione ).


Se vuoi saperne di più, clicca qui sotto per scaricare la mini-guida con alcuni spunti su come utilizzare una campagna di sms marketing

 

 

 

 

 

 

 

view all

Si dice che un figlio ti cambia la vita, ma sempre più spesso sono soprattutto le mamme ha decidere di cambiarla ulteriormente, decidendo di mettere su una propria startup dopo la nascita di uno o più figli.

A differenza di altri paesi europei, che agevolano il rientro della donna madre al lavoro, purtroppo in Italia la donna si trova a dover affrontare scelte difficili tra famiglia e carriera.

 

I numeri dell’occupazione femminile in Italia

Il tasso di occupazione femminile italiano è purtroppo fermo al 46,7% , uno dei più bassi d’Europa (dietro di noi c’è solo Malta).  E le statistiche ci dicono che più figli si hanno più diminuisce l’occupazione femminile.

  • 1 figlio: meno cinque punti di occupazione femminile
  • 2 figli meno dieci punti
  • 3 figli meno 23 punti

Per non parlare di asili e babysitter per niente economici e un sistema di welfare che non aiuta, che  fanno spesso scegliere alla donna di rinunciare al proprio lavoro.

Donne e uomini hanno le stesse ambizioni, ma nel nostro paese viene promosso un modello di leadership per cui avere una carriera significa essere presenti sul posto di lavoro oltre l’orario lavorativo e sempre reperibili, cosa difficilmente conciliabile con una gestione familiare.

In questo quadro sempre più frequentemente sono le mamme a scegliere di conciliare da sole lavoro e famiglia come imprenditrici.

Le mompreneur: donne mamme che creano impresa

In America da tempo le chiamano mompreneur, sono donne con figli che ripensano a se stesse e al proprio futuro. Creano imprese o aprono partite Iva e lavorano. Non meno di prima, ma con orari e modalità diverse, gestendosi il tempo come meglio credono.

dopo un figlio mi faccio un'impresa

Donne che si reiventano tirando fuori un sogno nel cassetto, non ancora realizzato oppure mettono in piedi attività legate all’essere mamma sulla base della loro esperienza e delle mancanze che hanno provato a loro spese nell’ambito della maternità e della prima infanzia e che, visto che nessuno l’ha ancora pensato, è bene trasformare subito in opportunità di business. Insomma dopo un figlio mi faccio un’impresa!

Se avete voglia di diventare una mompreneur, o all’italiana una mamma imprenditrice e capire meglio se siete portate ad esserlo e se la vostra idea può avere successo e diventare un’attività imprenditoriale, vi aspettiamo il 29 maggio 2016 alle h.11 a Cernusco Sul Naviglio al Festival delle Famiglie a parlarne con i consigli della D.ssa Elena Giannopolo, Consulente di direzione del Network di Consilio, che supporta le startup ad avviarsi con successo e  naturalmente anche lei mamma!

 

dopo un figlio mi faccio un'impresadopo un figlio mi faccio un'impresa

view all