Blockchain: come cambierà il Business e la vita di tutti i giorni

Date: 16.05.2018 | Stefano Colla | PMI, Sviluppo aziendale

Il 2017 ha visto le imprese spendere quasi 1 miliardo di dollari in progetti relativi alla blockchain in ambiti eterogenei del business collegati alla trasformazione digitale, che vanno dal fintech, passando per la logistica, approdando all’energia rinnovabile e alla filiera dei prodotti bio.

Ma il 2018 sarà l’anno nel quale questa tecnologia uscirà dalla fase in cui le aziende hanno realizzato progetti di “test” e diverrà invece pervasiva e centrale per progetti di effettivo impatto nel business quotidiano di aziende e utilizzatori dei servizi.

Accenture ha inserito la Blockchain tra i 7 trend tecnologici del 2018. Tra i più recenti c’è un report IDC che prevede per il 2018 una spesa mondiale di 2,1 miliardi di dollari: più del doppio rispetto ai 945 milioni del 2017, con proiezioni di ulteriore crescita media oltre l’80% annuo almeno per altri 3 anni.

Blockchain, una tecnologia che ha reso possibile realizzare sistemi distribuiti e certi del mondo digitale, senza necessità di un sistema di controllo centralizzato.

Blockchain è una tecnologia nata nel 2009 tramite la quale si introduce un concetto che prima di allora non era possibile realizzare e modellare nel mondo digitale vale a dire la realizzazione di un sistema distribuito di memorizzazione dei dati che fosse inviolabile, certo e cronologicamente immodificabile.

Questo sviluppo ha introdotto la possibilità di realizzare sistemi distribuiti certi che sono alla base di svariate implementazioni, nonché della realizzazione delle criptovalute e in particolare del Bitcoin, termine oramai entrato nella vita quotidiana di tutti noi.

Potersi affidare ad una catena di “fiducia” (trust) distribuita, senza la necessità di un sistema di controllo centralizzato, un sistema quindi che garantisca la legittimità di transazioni monetarie, esecuzione di contratti o la distribuzione autorizzata di contenuti, consente di superare l’attuale necessità ad esempio di istituti di pagamento e banche per eseguire transazioni monetarie (in valute elettroniche), oppure il catasto per stabilire e gestire la proprietà e il passaggio di proprietà degli immobili stessi.

Ma come funziona la Blockchain?

 

Lo schema riporta il funzionamento della blockchain e di conseguenza degli scambi di Bitcoin (resta valido anche per le altre criptovalute che si appoggiano sulla blockchain).

I punti fondamentali da tenere presente sono:

  • Il registro delle transazioni (ledger) è pubblico e conservato in copia uguale da ogni singolo nodo

Ogni blocco è composto dal suo contenuto ed una serie di chiavi (informazioni) che lo legano al precedente

Ogni blocco può essere aggiunto alla catena solo dopo aver risolto un complicato calcolo (ed esiste una sola soluzione al puzzle!)

Vediamo ora come sono composti i blocchi della blockchain:

Ogni singolo blocco contiene i dati di una serie di transazioni e un elemento denominato “proof of work”. Questo elemento è frutto del complicato calcolo algoritmico (che richiede potenze computazionali elevatissime) il cui risultato contiene (in forma cifrata, per semplificare) tutto il contenuto del blocco stesso.

Ogni variazione, anche la più piccola, di un singolo elemento del blocco, varierebbe questo risultato.

La concatenazione poi viene creata grazie alla presenza nel blocco della “proof of work” del blocco precedente, diventando così anche questo dato parte integrante del blocco stesso, e parte integrante della “cifratura”.

Ogni blocco così composto (una volta risolto il puzzle da un miners) viene aggiunto al ledger e replicato su tutti i nodi.

La Blockchain è già alla base di numerosi progetti, e sempre di più sarà pervasiva nella vita di tutti i giorni.

La natura flessibile della tecnologia blockchain ne consente l’utilizzo praticamente in tutti i settori e può essere utilizzata come sistema di tracciatura, identità, sicurezza, verifica e validazione di transazioni, pagamenti con critptovalute. Non ultimo può fornire supporto all’implementazione di sistemi automatizzati garantendo l’esecuzione di processi e verifica corretta delle loro esecuzione.

Ecco alcuni esempi di applicazioni e startup che utilizzano blockchain

Unico (ambito collezionismo digitale), utilizza la tecnologia degli smart contracts sulla blockchain per introdurre nuove nozioni di proprietà e tiratura limitata nel mondo digitale, abilitanti per la crescita del nascente mercato del collezionismo digitale.

 

Notarchain (ambito legale), implementazione della blockchain promossa nell’ambito Notarile per la gestione dei processi di certificazione e controllo in ambito notarile

 

AgriOpenData, implementazione promossa nell’ambito Agro Alimentare e il tracciamento della filiera dei prodotti che registra e traccia passo per passo la storia di ogni prodotto agricolo (ortaggi, verdure, frutta, legumi, cereali e altro), dalla coltivazione del seme nei campi alla lavorazione nelle aziende agricole

 

Blockchain e criptovalute: una rivoluzione tecnologica, sociale, economica

Blockchain rappresenta una rivoluzione in molteplici settori che influenzano e influenzeranno sempre più tutti gli ambiti della nostra vita.

– Pagamenti e incassi: il mondo delle Criptovalute basato su blockchain rappresenta una cambiamento nel paradigma di pagamenti e incassi. E’già possibile trasferire istantaneamente quantità di “monete” (ad esempio bitcoin) semplicemente dal proprio smartphone senza bisogno di un intermediario, come ad esempio un money transfer o un istituto bancario.

 

– Tecnologico: la blockchain, come già visto prima, sarà implementata sempre più per applicazioni che usiamo tutti i giorni. Sarà alla base dei nostri strumenti quotidiani e aiuterà a semplificare e velocizzare i processi di acquisizione e gestione di contratti, stipula di assicurazioni e accesso ai servizi, condivisione di documenti e dati, fino ad attività complesse quali acquisto di immobili, auto e rapporti con la pubblica amministrazione.

 

– Economia Reale: la blockchain sarà la nostra nuova banca. Con questa tecnologia è ora possibile disintermediare completamente gli istituti tradizionali. In questo scenario il wallet diventa la nostra banca e gli istituti finanziari assumeranno solo il ruolo di gestione, ma la proprietà del denaro resterà nelle nostre tasche.

 

Trading e Crowdfunding: le ICO rappresentano oggi l’ultima frontiera di Trading e finanziamento di startup. Attraverso le ICO i progetti in start-up (e non solo) possono ottenere le economie necessarie per evolvere e fornire ai propri investitori (e utilizzatore) sempre più valore. Telegram, Bankera e Kodac con i loro progetti sono un ottimo esempio dell’utilizzo di questo strumento.

E per concludere

Prendo in prestito questa frase del mitico Corrado per concludere questa introduzione al mondo della Blockchain e delle criptovalute: “un modo nel quale saremo sempre più immersi, una tecnologia che sarà presente più o meno silenziosamente ovunque e cambierà molte delle nostre abitudini e modi di relazionarci con le attività quotidiane”.

 

 

Be Sociable, Share!

Leave a Comment