Tags: BCG , Business , PMI , Web 2.0

La web economy in Italia vale il 2% del PIL

Date: 17.05.2011 | Elena Giannopolo | Lavoro, PMI, Web

Su commissione di Google, il Boston Consulting Group , colosso della consulenza di business, ha stimato il valore della internet economy italiana.

La BCG  si è applicata nel difficile computo della quantificazione della capacità di generare ricchezza di internet in Italia. Il report “fattore internet”, stilato da BCG,  stima che nel 2010 la web economy italiana valeva 31,6 miliardi di euro, ossia il 2% del PIL nazionale; in crescita del 10% sull’anno precedente. Per avere un termine di paragone basti pensare che agricoltura ed utilities, nello stesso periodo, hanno raggiunto il 2,3% del PIL, mentre la ristorazione non ha superato il 2%.

Se internet fosse considerabile come un “settore”, la sua crescita avrebbe contribuito all’8% dell’aumento complessivo del PIL nazionale per il 2010. Si stima che nel 2015 la web economy italiana rappresenterà tra il 3,3% ed il 4,5% del PIL.

Internet è uno dei principali fattori propulsivi dell’economia italiana. In un momento di grande incertezza economica il report , consultabile e scaricabile liberamente , dimostra che internet potrebbe essere il motore della ripresa.

In base al report di BCG le aziende che  usano internet attivamente crescono più in fretta, raggiungono una clientela più internazionale, assumono più persone e sono più produttive rispetto alle aziende non attive sul web. Per essere attivi sul web secondo la BCG non basta avere un sito internet.

Le aziende “on-line attive”, così definite da BCG, non si basano solo su siti web vetrina, ma su strategie di web marketing e e-commerce. Questo approccio ha generato un loro aumento di ricavi dell’1,2% e un’incidenza delle vendite internazionali del 15%. Le imprese con solo siti vetrina hanno registrato una flessione del 2,4%, mentre quelle totalmente assenti da internet un -4,5%.

In un’economia sempre più internet oriented per rendere la propria attività più produttiva è necessario saper usare bene gli strumenti che la rete ci offre.

Il 99% delle aziende italiane sono Piccole e Medie Imprese. Investire nella rete può portare vantaggi alle PMI in termini di produttività e di crescita sul mercato interno e sui mercati internazionali, naturalmente per farlo è necessario adottare corrette strategie di web marketing e azioni online mirate.

Per scaricare il report clicca qui

Se vuoi un parere, gratuito e senza impegno, su come poter impostare la tua strategia di web marketing contattaci

Be Sociable, Share!

About Elena Giannopolo

E’ Consulente strategico di Consilio Network, accreditata come Consulente di direzione certificato (Certified Management Consultant). Ha ricoperto incarichi di Marketing Manager e di Brand Manager in aziende multinazionali. Amante delle nuove tecnologie, negli ultimi anni ha approfondito le tematiche di marketing legate al mondo dei nuovi media: web marketing, social media marketing e inbound marketing. È docente in corsi aziendali e in master universitari.

Leave a Comment